Tuscolana

Via F. Stilicone, 278

La Bottega Liberati nacque come macelleria negli anni ’60 nel quartiere Tuscolano, diventando subito punto di riferimento nel quartiere per la qualità della carne e l’alta professionalità di Emilio Liberati. Nel 2001 la macelleria è affiancata dalla Bottega gourmet del figlio Roberto e nel 2004 le due attività si fondono e qui nasce la Bottega Liberati. La profonda ricerca sulla materia e l’ampia conoscenza del prodotto hanno attirato curiosi e appassionati del mangiar bene, trasformando il negozio in un luogo di educazione al gusto e al consumo consapevole.

Monteverde Nuovo

Via F. Ozanam 30-32

Nelle sue mura, Pasolini  e i ragazzi di vita, passavano le serate e alla fine degli anni '90 si è trasformata nella Gatta Mangiona grazie a  Giancarlo, Sergio e Cecilia che decidono di aprire, in un quartiere poco lontano da Trastevere e non dedito alla vita notturna, una pizzeria, con un obiettivo: aggiornare il concetto usuale di pizzeria, abbandonando il vecchio luogo comune secondo il quale in pizzeria si devono utilizzare materie prime di basso costo.

Il loro obiettivo è stato pienamente raggiunto e oggi sono considerati i precursori della  pizza di qualità a Roma e non solo.

Trullo

Via del Monte delle Capre, 33c/d

Cosa c'entra Food on the road con il Trullo, uno dei quartieridella periferia romana? Risposta: la sfida nella sfida. La sfida è quella di due donne quarantenni con carriere manageriali di successo alle spalle, Daniela Bellisario, imprenditrice, e Barbara Vecchietti, ex responsabile commerciale della multinazionale americana Jhonson & Jhonshon Italia che, guarda un po', si sono concesse il lusso di cambiare vita e di sognare un piccolo mondo di civiltà fatto di buon cibo, bellezza e armonia. Un cuneo di senso civico che suona tra provocazione, pazzia, ma anche invito a provarci, a fare altrettanto. «Una signora – racconta Daniela – ci ha detto qualche giorno fa: “Speriamo che ce la fate”. In realtà lo stava dicendo a se stessa e all'intero quartiere». articolo tratto da Gambero rosso

Casa Braciola

Portonaccio

Via Carlo Caneva 11/b

Siamo a Portonaccio, dove tre fratelli: Valentino, Antonio, Gerardo hanno aperto un locale con  la semplice idea di replicare il modello delle serate in casa con gli amici, unendo l’artigianalità dell’azienda di famiglia alle birre artigianali di cui una parte prodotte proprio da Valentino. Un locale che è a metà strada tra una classica norcineria ed un moderno beer -shop con vendita di carni e salumi di produzione della azienda di famiglia e l'esclusivo servizio di cottura. Un giorno di autunno i tre fratelli incontrano Gabriele Bonci e dal loro incontro nasce "Casa Braciola" il classico panino casalingo - una ciabatta fragrante appena scaldata, dimensioni importanti, farcitura abbondante e tanto amore 

Alessandrino

Via delle Alzavole 47-49

In un quartiere  popolare un maestro della pasta, Mauro Secondi, che si batte per il cibo sano per tutti. Per Mauro,  il diritto al cibo sano implica un circuito di rivalutazione in primis del territorio, e poi del mestiere inteso come persona che sappia lavorare in quel territorio con quelle materie prime e valorizzarle. Cibo sano vuol dire anche eticamente corretto. Dal suo laboratorio, attiguo alla bottega, escono i classici come fettuccine, ravioli  ripieni di ricotta ma anche ravioli alle alghe marine, tagliatelle al cacao e al caffè, ravioli ricotta e liquirizia: un connubio di alta qualità e incredibile creatività.

 

Marconi

Via Luigi Magrini 6 -9


In una via nascosta, tra due grandi palazzi, sorge Cafè Merenda un luogo dove l’atmosfera calda e rilassante vi farà sentire a casa, come se foste seduti nel vostro salotto; dove sarete avvolti da profumi che vi ricorderanno le delizie dell'infanzia spensierata, come la torta di mele preparata dalla nonna la domenica mattina; dove ritrovarsi con vecchi e nuovi amici per fare due chiacchiere e riscoprire il piacere dei sapori genuini di una volta; dove sentirvi coccolati godendovi una deliziosa merenda preparata con lo stesso amore e la stessa dedizione di una mamma. 

Un angolo di relax dove rigenerarsi a pochi metri dalla frenetica viale Marconi.

Montesacro

 Viale Gottardo 39/41

Montesacro, quartiere popolare, un po' periferico ma non troppo, assopito da anni. Tanto che, per vedere qualche testa dopo le 23 o piluccare qualcosa di decente, dovevi dirigerti verso San Lorenzo o Trastevere. Montesacro si risveglia con una felice novità,  Pastessa una friggitoria gourmet. Con materie prime selezionate, ricette della tradizione romana, vino naturale con focus sugli champagne e prezzi accessibili. Se siete drogati di fritto da Pastella avete trovato fritto per i vostri denti.

Prenestina

Via Tenuta della mistica snc

I padroni di casa, la Fattoria Sociale “Tenuta della Mistica” è collocata in uno degli scorci più belli della campagna romana, all’interno della splendida cornice della Tenuta della Mistica. La Fattoria nasce su terreni pubblici assegnati da Roma Capitale, esempio virtuoso di collaborazione e sinergia tra enti locali e terzo settore e imprese sociali. Per l'occasione sfornerà dal forno a legna focacce ripiene con i prodotti dell'orto.

Bufalotta

via della Colonia Agricola, 41

Birra Vale la Pena è un progetto di inclusione confinanziato dal Ministero dell'Università e Ricerca e dal Ministero della Giustizia e realizzato da Semi di Libertà Onlus.
Detenuti ammessi al lavoro esterno, provenienti dal carcere romana di Rebibbia, vengono formati ed avviati all'inclusione professionale nella filiera della birra.
Il fine è contrastarne le recidive, al 70% tra chi non gode di misure alternative, ed al 2% tra coloro che vengono inseriti in progetti produttivi birra Vale la Pena.
Le birre che sprigionano profumi ed uomini.
Un prodotto di qualità e valori.

Fiumicino

Via della torre clementina 142A

Perdonateci l’escursione in altro comune ma la pizzeria Sancho aperta dal 1969 a Fiumicino è sicuramente un rappresentante del gusto. 

La piccola "casa" di Franco e dei due giovani figli è diventato un ritrovo di clienti affezionati. La qualità dei prodotti e lo scrupolo nella lavorazione sono collaudati, al resto ci pensa quel pizzico di estro mai esagerato che fa il tocco da maestro.

 

Corviale

Via del ponte pisano, 84

Luppoli, fermentatori e birre alla spina all’ombra del Serpentone di Corviale. Dietro la famigerata costruzione popolare che incombe torva sulla campagna compresa tra la Portuense e la Pisana, cinque giovani amici hanno realizzato un sogno: aprire un birrificio proprio. Maurizio, Giacomo, Enzo, Simone e Alessandro, dopo serate passate ai banconi di pub che hanno fatto la storia della scena brassicola romana, hanno deciso di rimboccarsi le maniche e produrre birra secondo i loro gusti.

Un nome importante e un grande obiettivo da raggiungere: quello di diventare il birrificio di Roma, realizzano la loro identità romana a partire dai nomi come Urbe, Lupa, Tiber e Bulla, ma soprattutto grazie alle etichette, che “raccontano la storia della città”

Articolo tratto da Repubblica - Sapori

Trieste

Via bisagno, 19

In un quartiere elegante ma lontano dalla movida romana un sogno diventa realtà. Veruska, un’educatrice con alle spalle 12 anni di lavoro nel sociale, ma con una passione per la cucina, decide di far diventare il suo hobby un lavoro  e apre, insieme al marito, la gelateria Da Re. Accurata scelta dei prodotti maggior parte del territorio, come la ricotta romana, fanno diventare il gelato un gelato con la G maiuscola.